COMPRENDI ORA QUANTO SEI AMATA, ANIMA ANTICA?

Onora la tua linea di sangue, la tua stirpe, i tuoi avi.
Onora tuo padre e tua madre.

Lascia andare ora e per sempre il rancore, il dolore e quel senso di ingiustizia che per così tanto tempo ha logorato il tuo cuore e avvelenato la tua esistenza.

LASCIA ANDARE I PESI DEI TUOI AVI

Amata anima, sei dunque giunta fino a qui, al tempo di compimento. Al punto di svolta.

Celebra, perché la porta ora è spalancata per accoglierti.

Eppure ti senti ancora in una dimensione pesante, ancora ti senti soffocare da questa realtà materiale che ti limita, ti costringe, ti imprigiona.
Ancora senti dentro di te dolore, paura, angoscia, rabbia.

PER OBBLIGO E PER AMORE

Hai fatto un lungo viaggio nel tempo e nella consapevolezza.

Ed ora che stai giungendo alla fine, come un percorso a ritroso, non potevi che tornare all'origine. 
Non possono germogliare frutti senza albero, e non esiste albero senza radici.

RICORDATI CHI SEI, ANIMA ANTICA

Durante la crescita ti è stato detto chi dovevi essere e cosa dovevi fare.
Sei stata soffocata, calpestata, comandata, castrata, criticata.
Ti hanno detto cosa dovevi provare e cosa non dovevi provare e quando il tuo comportamento e il tuo sentire non corrispondevano a queste “leggi” sei stata sgridata e punita.

COME PUOI DIRE ANCORA CHE NULLA E' CAMBIATO?

Amata anima, sei stanca, sei stremata ed è comprensibile. Hai combattuto molte battaglie e non solo in questa vita.

Da lungo tempo attendi la pace, da lungo tempo attendi la quiete, da lungo tempo attendi di giungere a quella nuova riva che porta promesse di amore, realizzazione e gioia.

Eppure ancora ti trovi tutti i giorni a muoverti in una realtà, in una dimensione che percepisci pesante, densa, che ti tiene giù.

E’ ORA DI ANDARE OLTRE E RICONOSCERE LA VERITA’

Hai così tanto faticato. 
In questi mesi, in questi anni, hai guardato in faccia tante volte i tuoi fantasmi, i tuoi demoni.
Sei entrata nel tuo dolore come mai avevi fatto prima, hai conosciuto quel bambino impaurito e ferito che da sempre vive in te. 

OLTREPASSA QUELLA PORTA, ANIMA ANTICA

La senti questa lieve malinconia?

Come l’avvicinarsi di una fine tanto attesa ma che ora, che si trova ormai fuori dalla tua porta, sembra essere giunta troppo in fretta. 
Altre cose vorresti fare. 
Ancora un po’ vorresti rimanere in quello che c’è.

Non è una morte, e tu lo sai, eppure ti senti così, ti senti un po’ morire.

E TU TREMI

Ascoltati.
Lo senti? Stai tremando.

Qualcosa ti scuote dentro, una grande paura, una morsa dolorosa e potente ti chiude lo stomaco, tutto il tuo corpo è scosso da una corrente interiore che ti toglie il respiro.

LETTERA A ME STESSO

Caro (scrivi qui il tuo nome),

non ti preoccupare, ora ti senti disorientato, un fallito, ti sembra che tutto quello che hai fatto non sia servito a niente, che ti sei solo illuso.

Ma non è così!
È solo la mente che ti sta ingannando!

FAMIGLIA DIVINA: Visualizzazione per integrare Femminile, Maschile e Bambino Interiore

In questo tempo di compimento, ancora più che in passato, ci viene chiesto di completarci, di armonizzare, accogliere ed integrare ogni nostra parte.
La visualizzazione che segue serve per interiorizzare un’immagine sagra della FAMIGLIA DIVINA, madre-padre-figlio, femminile-maschile-bambino.

LETTERA DI UNA MADRE A SUA FIGLIA

“Mia amata bambina,
per favore perdonami.

Mi dispiace per tutte le volte in cui ti ho trattata male, per averti sgridato quando non ce n’era bisogno, solo perché ero nervosa e non sapevo con chi prendermela.

IL PERCORSO INTERIORE PER IL RILASCIO DELLA RABBIA

Alcuni presupposti fondamentali:
L’adulto che è in te è sano, è perfetto, ha tutti gli strumenti per affrontare le prove che gli giungono.
Chi è pieno di risentimento, di dolore e di inadeguatezza è il bambino ferito che vive ancora in te.