A LEI PUOI FAR CREDERE CHE NON VALE NIENTE, MA IO TI VEDO

Ma quando è nato l’equivoco, si può sapere?

Com'è possibile che una persona apparentemente normale, che sembra in grado di interagire con gli altri e con la vita in maniera più o meno coerente e non da delinquente, creda che sia normale esercitare un diritto di proprietà su un altro essere umano?

Dimmelo, perché io non capisco come puoi pensare che sia normale.

Non lo capisco come puoi pensare che nascondendoti dietro alla facciata di un falso amore, vada bene voler controllare e umiliare la persona che ti sta accanto.

Non capisco come tu possa reputare normale il cercare di farla sentire in continuazione inadeguata, di farla sentire in continuazione in colpa per delle stupidaggini o peggio, di farla vergognare di sé stessa.

Non capisco come tu possa credere che sia normale farla sentire sbagliata perché riceve un messaggio e non ti dice il contenuto o perché per strada le capita di incrociare lo sguardo di qualcuno quando magari nemmeno lo ha visto perché era sovrappensiero. Di farla sentire scorretta perché qualcuno la cerca e lei non l’ha potuto evitare, visto che non le è dato di prevedere il futuro né le azioni delle altre persone.  Di farle il terzo grado per sotterfugi inesistenti che ti sei solo immaginato. 
Guarda che così non stai chiedendo chiarimenti, le dai solo della poco di buono.

Non capisco come tu possa pensare che vada bene tenerla in una prigione, in cui deve avere paura di dire o di fare qualunque cosa perché tu vedi in ogni gesto un motivo per arrabbiarti o per offenderti.

E non sto parlando ad uno psicopatico, ad un narcisista patologico, sto parlando a te che più o meno sei una persona nella media, che hai problemi come li hanno tutti, ma da bambino non venivi abusato. 

Avrai sofferto non lo metto in dubbio, ma non credi che sia ora, essendo una persona adulta, di farne qualcosa? 
Di rimettere a posto quei pezzi dentro di te così distorti da vedere nemici e carnefici ovunque?
Di sanare quelle ferite che cerchi di fare pagare a chiunque ma che tu proprio non puoi guardare?

Sai cosa fai?
Dici alla persona al tuo fianco che è arrogante, che è menefreghista, che è ipocrita, che ha dei problemi e dovrebbe farsi curare. 
Ma vedi...
... lei lo pensa di te, e la cosa triste è che lei si, ha ragione.
Ma per l’amore che prova si mette in discussione, lei davvero se lo chiede se forse non è così come dici tu. Se forse le tue sfuriate, le tue accuse, il tuo sentirti maltrattato, non siano veri, se forse non hai ragione tu.

E allora inizia a scavare in sé stessa, a vedere quando suo padre, quando sua madre, le dicevano le tue stesse cattiverie, e gliele dicevano sicuramente sennò non potrebbe stare accanto ad una persona velenosa come te. Ma nemmeno allora lei aveva fatto niente, solo che non lo sa.
E così lei si distrugge mentre tu ti ergi a giudice supremo.

Però nel suo cuore lei la verità la conosce, le fai tanta pena sai? Sta vicino a te perché lei sa che tu da solo sei un bambino incapace di sopravvivere. Non è nemmeno più amore, è la compassione che la tiene accanto a te.

Io non lo capisco come puoi pensare che questo vada bene, che sia normale, che sia normale andare nella vita con degli aculei avvelenati con i quali trafiggi proprio chi viene a te con il cuore pieno d’amore.

Io non lo capisco come puoi giustificare con te stesso il fatto che la tratti come un oggetto, come se fosse una cosa tua, come se condizionare la sua vita, le sue scelte, la sua libertà, fosse lecito, fosse la normalità.

Non lo è.
È una persona!
Non sei il suo proprietario!
Se sta con te è per scelta, ma non hai nessun diritto su di lei!

Ma io ti vedo sai, a me non la puoi raccontare, io lo so cosa stai facendo.

Lei forse ci casca perché ti ama e perché le hai distrutto così tanto l’autostima da non distinguere più la verità.
Ma io sono qui.
Io ti vedo.
lo vedo lo schifo che fai.
lo vedo che sei marcio dentro.
lo vedo che l’amore non sai nemmeno cosa sia e hai solo bisogno di controllare chi ti sta vicino perché è l’unico modo per darti valore.

Io ti vedo, come la mettiamo? 

Puoi dire a lei che è pazza, che si inventa le cose, che si merita la tua rabbia, che non sa fare niente, che sbaglia sempre, che senza di te non avrebbe dove andare. Tu a lei queste cose le puoi raccontare perché non sa più distinguere il vero dal falso, perché essere una tua proprietà è diventato meglio che non avere niente.


Ma io ti vedo.
A me non la puoi raccontare.
Io conosco la verità.
Io lo so che sei tu che non vali niente.
Io lo so che sei tu quello che ha problemi e dovrebbe farsi curare.
Si io ti vedo, ora come la mettiamo?


- Tratto dal mio libro "IO TI VEDO, IO MI VEDO" di Georgia Briata, in prossima uscita. -

Clicca qui e vai alla pagina facebook

Se ti serve un supporto per comprendere la LEGGE di ATTRAZIONE e come funziona e per ricordare e Realizzare il Sogno della tua anima clicca QUI : the DREAM coaching
(Le sessioni sono TELEFONICHE o SCRITTE via e-mail)

I MIEI LIBRI
L'ARTE DEL REALIZZARE IL SOGNO DELL'ANIMA di Georgia Briata
Un percorso interiore di liberazione spirituale che ti accompagnerà nel maestoso viaggio alla riscoperta del tuo valore, della tua missione per questa vita e della tua vera identità, da sempre nascosta dai tanti condizionamenti con cui sei cresciuto. Quest'arte ti aiuterà a comprendere, perdonare e lasciare andare il passato e a sentire la voce del tuo cuore.



RICORDATI CHI SEI ANIMA ANTICA di Georgia Briata
Questa è la storia del viaggio umano che l’Anima antica fa di vita in vita per ricordarsi di Sé. Madre Terra si sta Risvegliando e noi con lei ed è di questo tempo in cui viviamo che il libro parla, del tempo del compimento, ma racconta di mutamenti interiori comuni alle anime risvegliate di tutti i tempi. Questo libro è per te Anima antica, per il coraggio di essere tornata.
Clicca qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più.


IL GUSTO DELL'ANIMA - Diario di viaggio e di un sogno di Georgia Briata
Questa è la storia del Risveglio di un'Anima, la mia. Lo scoprire che la vita che facevo non mi apparteneva, i turbamenti, il cercare di comprendere lo scopo della mia esistenza e chi sono veramente. Fino ad arrivare, finalmente, a Realizzare il vero Sogno della mia Anima. Spero che le mie parole siano di conforto quando la fiducia vacilla.
CLICCA qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più


BASTA IL MARE di Georgia Briata
sensi di colpa e la vergogna che impariamo da bambini ci fanno dimenticare i nostri sogni e il nostro valore. Le parole di questa favola per adulti vogliono aiutarti a ritrovare la strada per la felicità, per l'innocenza e per la libertà di essere te stesso. Ed ancora di più vogliono aiutarti a sognare di nuovo.

Anche in CARTACEO!!!! 
Per acquistarli vai ai link sopra indicati e clicca su ACQUISTA EDIZIONE CARTACEA, oppure su www.amazon.it
NOTA: Se non puoi utilizzare internet per effettuare l'acquisto, chiedi alla tua libreria e mostra questo LINK, può reperire i miei libri per te. Oppure chiedi i libri a me!

Se SEI UNA LIBRERIA e desideri vendere i miei libri nel tuo negozio clicca QUI

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it


Nessun commento:

Posta un commento